Christie Digital Christie Digital

L'Opera di Zurigo utilizza la proiezione

L'Opera di Zurigo utilizza la proiezione per mettere in scena mondi sonori

publitec Präsentationssysteme & Eventservice GmbH, smARTec Veranstaltungstechnik AG

Switzerland

Performing arts

Christie® Boxer 4K30 projectors

L'Opera di Zurigo utilizza la proiezione

L'Opera di Zurigo è famosa per le sue eccezionali produzioni e ha già vinto numerosi premi per i suoi successi. Star dell'opera di livello mondiale si esibiscono regolarmente nella metropoli svizzera. Tuttavia per le sue oltre 250 rappresentazioni all'anno, l'Opera di Zurigo conta non soltanto su attori di scena eccezionali, ma anche su moderne tecnologie. Tre proiettori Christie Boxer 4K30 si erano già guadagnati delle standing ovation. A supporto, per essere preparati alle esigenze delle produzioni operistiche moderne con delle immagini di scena sempre più complesse, è stato aggiunto un quarto proiettore. Uno sguardo dietro le quinte rivela le versatili applicazioni del dispositivo.  ​

Nel mondo del teatro musicale ci sono opere che sono praticamente predestinate a spingere i limiti della produzione scenica e non semplicemente a raccontare una storia tradizionale, ma anzi a creare un corpo unico che si muove - sia musicalmente che visivamente. L'Hamletmachine di Wolfgang Rihm è un pezzo di questo genere. L'opera rende grottesco l'Amleto di Shakespeare, raccogliendo il dramma per piccoli frammenti, che poi consentono agli attori sul palco grande spazio per l'interpretazione.

Un elemento chiave del gioco è il forte linguaggio visivo. Una dopo l'altra, lo spettatore si confronta con immagini orribili e scioccanti, che sono accompagnate da un linguaggio volgare. L'alta risoluzione del Christie Boxer 4K30 con 4.096 x 2.160 pixel era indispensabile per la grande proiezione sullo sfondo di circa 16 metri di larghezza sulla parete posteriore. Come ha spiegato Elfried Roller, responsabile del progetto illuminotecnico dello spettacolo: "il vantaggio del 4K è che quando gli attori attraversano il palco, le barre dei pixel non sono più visibili".

L'uso delle proiezioni video non è solo per l'opera moderna, ma rende possibile anche una nuova interpretazione di pezzi classici di successo. Per esempio, per restare su Shakespeare, nell'opera Macbeth di Giuseppe Verdi. Nella nuova messa in scena del pezzo, che fu eseguito per la prima volta nel 1847, gli attori del cupo e sanguinoso dramma si muovevano con uno sfondo in gran parte nero, dove solo le proiezioni di sfondo davano profondità allo spazio.

 

Christie Boxer 4K30: un supporto testato nel set-up del palco

L'Opera di Zurigo da tempo sperimenta i video e aveva già utilizzato i proiettori Christie Roadster. "Questa è stata anche la base per decidere in favore del proiettore 3DLP® Christie Boxer 4K30. I vecchi proiettori non ci hanno mai deluso, quindi quando ci siamo convertiti a modelli più potenti volevamo tornare a Christie", ha detto Roller. I tre proiettori sono stati venduti dal partner di distribuzione di Christie, publitec, e consegnati ed installati dalla società smARTec.

Grazie alla sua eccezionale luminosità di circa 30.000 lumen ANSI, un Boxer 4K30 viene utilizzato non solo per la proiezione di fronte al palco, ma anche come riflettore. "Le applicazioni per le proiezioni video sono molto ampie: le proiezioni sono sempre un elemento del design del palco, il Boxer ci offre la massima flessibilità nel design. Ad esempio, i proiettori possono essere utilizzati anche in verticale, il che è un vantaggio enorme" afferma Roller. Inoltre, poiché i proiettori compatti non sono troppo pesanti, questo rende molto facile la configurazione e lo smontaggio giornalieri.

Quando parla delle altre qualità del proiettore, Roller praticamente si scatena. Era particolarmente entusiasta delle piccole cose presenti nel Boxer. Ad esempio una luce nellle fessure, la schermata di anteprima sul dispositivo e il kit di strumenti incorporato con opzioni per la regolazione e altro ancora. "Anche quando apri il dispositivo, la soddisfazione da ingegnere è tanta, vedendo come sono state costruite delle componenti in modo chiaro e ben organizzato".

Markus Mathis, che ha supervisionato il progetto per smARTec, si rallegra del successo dell'uso dei proiettori. "Sapevamo che dovevamo affidarci a un dispositivo all'avanguardia della tecnologia, ma che sarebbe rimasto in uso ancora per alcuni anni". Il portfolio in un teatro d'opera non può essere cambiato così rapidamente, visto che le attuali produzioni e i revival di pezzi hanno tempi di preparazione strettissimi.

"In qualità di partner tecnico del tour del Balletto di Zurigo, ci affidiamo a prodotti di alta qualità e facili da usare, in modo da poter soddisfare in modo ottimale queste elevate esigenze e contribuire ad un momento indimenticabile per gli spettatori", ha affermato Mathis. "Siamo quindi molto contenti che il Teatro dell'Opera di Zurigo abbia optato per Christie Boxer 4K30 per le proiezioni di scena: Boxer 4K30 è impressionante - ecco perché abbiamo integrato i proiettori nel nostro pool di noleggio e siamo lieti di usarli regolarmente o noleggiarli per un'ampia varietà di eventi".

Elfried Roller ha aggiunto: "ad oggi, i proiettori si sono comportati eccezionalmente bene". Un unico piccolo svantaggio è il formato dell'immagine. Con il Roadster viene proiettato un formato in 4:3, che era più adatto allo scopo nel nostro palcoscenico rispetto al formato in 16:9 del Boxer. "Questo è, tuttavia, un reclamo ad un alto livello di raffinatezza e dipende sempre dalle rispettive condizioni di spazio sul sito e dall'effetto desiderato", ha affermato Roller.

Per quanto riguarda l'ultima domanda su come sarà il futuro della videoproiezione nel mondo dell'opera / della messa in scena e se presto sostituirà la scenografia classica, Roller ha dato una risposta chiara. "Dipende interamente dall'intenzione del regista e da come è stato progettato. In ogni caso, non penso che in futuro le proiezioni sostituiranno completamente la scenografia". L'opera di Zurigo ha circa dodici premiere all'anno, di cui circa quattro o cinque dipendono dalla tecnologia di proiezione. "La proiezione video fa parte del quadro generale".

Prodotti Correlati

Need  help? Contact us.