Christie Digital Christie Digital

ZAL si affida a un Powerwall 4K 3D

Il laboratorio VR visualizza progetti collaborativi per l'aviazione e i viaggi spaziali con un powerwall 4K 3D

Condividi Questa Storia

Viscon GmbH

Germany

Rental & staging, Education

Christie® Mirage 304K

ZAL si affida a un Powerwall 4K 3D

Amburgo è uno dei siti più importanti in Europa per l'industria dell'aviazione civile. Presso ZAL, Centro di Ricerca Aeronautica Applicata di Amburgo, figure di spicco provenienti dai settori della scienza e dell'economia si incontrano nella città di Amburgo. L'obiettivo dichiarato del centro è continuare a sviluppare ulteriormente il terzo sito al mondo per l'aviazione civile e mettere in comune conoscenze e competenze, in un'unica sede. Uno dei punti focali in questo sforzo è l'integrazione e l'industrializzazione delle tecnologie innovative dell'aviazione. A questo scopo, un certo numero di infrastrutture di ricerca sono ospitate nel centro tecnologico di 26.000 metri quadri. Tra questi vi sono un grande laboratorio di realtà virtuale e un centro conferenze, completo di auditorium e "mercato dell'innovazione", che offre spazio per la presentazione e l'esposizione degli ultimi prodotti.

L'utilizzo congiunto di infrastrutture di ricerca come il laboratorio di realtà virtuale da parte di vari partner è parte del concetto di lavoro presso ZAL - in realtà, questo obiettivo è stato esplicitato. Al centro dell'area VR c'è un powerwall 3D 4K, progettato e installato da Viscon GmbH, insieme ad una sala riunioni adiacente, dove fino a 32 persone possono sperimentare complessi progetti di aviazione e viaggi spaziali in 3D. Viscon è un partner di Christie® di lunga data ed è specializzato nella progettazione e implementazione di sistemi di proiezione di realtà virtuale e di simulazione visiva di fascia alta.

Proiezione 3D con sistema attivo

Il sistema VR di ZAL è progettato in modo che un giocatore principale possa presentare gli oggetti visualizzati, utilizzando un sistema di tracciamento e quindi interagire con loro, mentre gli altri partecipanti possono immergersi nel mondo virtuale con l'aiuto di occhiali attivi e seguire gli eventi mentre si svolgono. Lo schermo di proiezione posteriore di 6 metri di larghezza e 3,18 metri di altezza, creato da Viscon, lascia abbastanza spazio per visualizzare oggetti di grandi dimensioni nelle loro dimensioni originali. Questo è particolarmente importante per la costruzione di aeromobili, dal momento che questo display virtuale elimina la necessità di creare costosi modelli.

Questa dimensione dell'immagine richiede un proiettore con la massima risoluzione e luminosità, in modo che gli utenti possano ingrandire ulteriormente i dettagli più minuti. Un proiettore stereo attivo Christie Mirage 304K viene utilizzato in laboratorio. Al momento, questo è l'unico proiettore al mondo in grado di riprodurre contenuti 4K nativi in 3D con una frequenza di aggiornamento di 120 Hz, grazie all'elettronica TruLife.

Eric Küpper, Managing Director di Viscon, spiega: "abbiamo deciso di utilizzare il Christie Mirage 304K perché è un proiettore 4K di ultima generazione ad altissime prestazioni e, per di più, dispone di un sistema di lampade modulari. Ciò lo rende sicuro, che non è il caso dei dispositivi monolampada. Questo è molto importante, dal momento che il sistema VR viene utilizzato da diverse società e principalmente da utenti senza formazione tecnica".

Guido Grun, l'esperto di realtà virtuale di ZAL GmbH, aggiunge: "un altro motivo per usare il proiettore digitale Christie e un sistema 3D attivo è stato il semplice fatto che abbiamo soltanto bisogno di avere un proiettore, non dobbiamo fare altri sacrifici in termini di emissione luminosa o risoluzione nativa 4K. Ovviamente, ciò consente di risparmiare notevolmente sui costi. La doppia proiezione sarebbe necessaria per un sistema a polarizzazione passiva".

Poiché i sistemi di otturazione attivi "inghiottono" una grande quantità di luce grazie ai filtri e agli occhiali che utilizzano e poiché la sala riunioni era destinata anche a essere utilizzata come spazio di lavoro accanto al lavoro sulla proiezione, anche l'elevata resa luminosa del proiettore Mirage 304K da 30.000 ANSI lumen è vantaggiosa.

L'installazione è progettata come un sistema cluster, in cui i rispettivi partner nella rete di computer hanno accesso simultaneo allo storage condiviso e sono connessi con il server tramite uno switch LWL. Ogni partner utilizza il proprio sistema per il calcolo dei dati. "Utilizziamo il software TechViz, che accede alla memoria video del sistema e distribuisce i dati a due client", afferma Grun. Ogni cliente calcola un'immagine e la frequenza fotogrammi complessiva è di 120 immagini al secondo, ovvero 60 immagini mostrate nell'occhio sinistro e 60 immagini mostrate a destra. Il software di grafica Catalyst di AMD, inoltre vengono usati una serie di programmi aggiuntivi per la visualizzazione 3D.

Il laboratorio ZAL VR non è disponibile solo per i ricercatori interni del centro di innovazione; le parti interessate esterne hanno anche l'opportunità di beneficiare delle nuove tecnologie e noleggiare il laboratorio. Secondo Grun, la VR è un'eccellente tecnologia cross-sectional per promuovere la cooperazione tra le varie attività commerciali e per ottenere risultati ottimizzati in un periodo di tempo più breve. Questo non vale solo per l'industria aeronautica. Grazie al laboratorio di realtà virtuale, ora si è pronti per nuove scoperte rivoluzionarie da realizzare al centro di ricerca e sviluppo di Amburgo. 

Need  help? Contact us.