Christie Digital Christie Digital

Christie ricrea un volo Iberia Express

Iberia Express celebra i 10 milioni di passeggeri e il riconoscimento nel settore festeggiando con una proiezione

Newmedia

Spain

Rental & staging

Roadster HD20K-J, Christie FHD461-X

Christie ricrea un volo Iberia Express

3 anni, 10 milioni di passeggeri. Nell'odierno e spietato mercato dei viaggi una base clienti di 10 milioni di passeggeri è un risultato da mantenere, ma raggiungerlo è stato un risultato grandioso. Iberia Express è stata riconosciuta nel settore da numerosi premi, l'ultimo dei quali "La più puntuale compagnia low cost del mondo." Quindi c'è da festeggiare?

Sicuramente, ma piuttosto che portare i festeggiamenti in quota, rischiando la loro meritata reputazione (e premio) per i voli in orario, Iberia Express ha accolto i passeggeri di un volo virtuale Iberia Express da Madrid per la destinazione turistica di Tenerife, con l'aiuto di una cupola per proiezioni a 360◦ su gentile concessione dello specialista di eventi live Newmedia Creative Technology Studio e del produttore Pro-AV Christie.

Trasformata in un aereo dell'Iberia Express, la cupola di Newmedia a Madrid è stata utilizzata per una non-stop di tre giorni in innumerevoli sessioni gratuite al pubblico in generale. L'evento ha fornito alla gente una panoramica della storia del volo aereo e dei risultati ottenuti dalla società in questi primi tre anni, poi ha portato centinaia di passeggeri a bordo di un volo virtuale per Tenerife.

Paloma Utrera, Responsabile Vendite per Iberia Express, ha spiegato, "eravamo alla ricerca di un evento che ci potesse aiutare a trasmettere questo momento storico in modo tecnologicamente innovativo, perché è uno degli elementi che definiscono il nostro DNA e il motivo per cui siamo costantemente al lavoro, sempre alla ricerca di prodotti in grado di offrirci un vantaggio nel futuro".

La sfida più grande è stata quella di garantire un livello di realismo tale che la gente potesse provare la sensazione di essere realmente all'interno di un aereo e di volare. Diego De Anna, CEO di Newmedia, ha commentato: "quando ci è venuta l'idea e l'abbiamo spiegata a Iberia Express, ci siamo convinti che avremmo potuto creare questa sensazione. E per esserne assolutamente certi abbiamo fatto una simulazione virtuale utilizzando il sistema di realtà virtuale Oculus Rift. Lo abbiamo sistemato in un punto specifico e, in questo modo, siamo stati in grado di simulare quella che poi sarebbe diventata la piattaforma o la fusoliera dell'aeroplano. Abbiamo quindi creato un film a 360° in tempo reale e modificato o cambiato la fascia centrale del film per testare le sensazioni di decollo e atterraggio, che è stata sicuramente la prova del nove per questo volo virtuale. Una volta visto che sarebbe stato possibile e che la sensazione era totalmente credibile, ci siamo messi al lavoro per portarlo alla scala di un Airbus A320".

NewMedia ha utilizzato una cupola geodetica con un sistema di proiezione interno a "pressione negativa". La cupola aveva un diametro di 21,7 metri e misurava 11 metri in altezza, con una superficie di circa 364 metri quadrati. All'interno di questa struttura è stata ricreata parte della fusoliera di un Airbus A320, la compagnia produttrice dell'aereo. Dopo di che sono stati predisposti su una piattaforma 90 veri sedili, in prestito da Iberia Express, con un sistema di vibrazione subwoofer per rendere l'aereo davvero realistico.

Gli ospiti sono stati accolti come se stessero arrivando in un aeroporto e portati alla cupola attraverso un tunnel di vetro che simulava una fusoliera Airbus. Una volta dentro e seduti ai posti assegnati, l'equipaggio ha proceduto a informare i passeggeri delle comuni misure di sicurezza a bordo.

Successivamente, mediante un sistema di vibrazione bloccato in sincronia con la proiezione a 360°, le persone hanno avuto la sensazione che l'aereo stesse rullando e decollando. Una volta "in aria", e dopo il consueto saluto del capitano, sono state proiettate le immagini di Tenerife, la destinazione prevista del volo, così come una produzione audiovisiva che descriveva la storia e i risultati di Iberia Express. Per mezzo di un sofisticato mix di immagini reali e generate dal computer, il pubblico è stato in grado di provare la sensazione di un volo reale.

Sono stati usati sei proiettori Christie Roadster HD20K-J per creare tale coinvolgente atmosfera nella cupola, lavorando con una risoluzione vicina ai 3K con oltre 12 milioni di pixel. Cinque proiettori, distribuiti simmetricamente, sono stati usati per lo screening sulla base e sulla fascia centrale della proiezione, mentre il sesto è stato usato per la cupola, producendo insieme una proiezione da 360° x 180°.

I sei proiettori sono stati collocati su strutture a due metri di altezza e posti su una piattaforma progettata per l'occasione da Newmedia, che permetteva la regolazione necessaria tra un angolo di 0° e 65°.

Il sistema Delta Media Server, 7thSense, è stato utilizzato per l'elaborazione delle immagini, una sequenza non compressa 4.4.4. TGA. Inoltre è stato usato lo show controller Medialon Showmaster per gestire le periferiche. Infine è stato installato all'esterno della cupola uno schermo piatto Christie FHD461-X LCD per simulare lo schermo che normalmente si trova al gate d'imbarco con l'orario e il numero del volo.

Blending e warping sono stati fondamentali per proiettare con precisione sulla superficie curva della cupola, dove le immagini dovevano essere proiettate. "In realtà, questo sistema di proiezione è così complesso che in alcuni luoghi ci sono più di quattro punti di fusione, in altre parole, quattro proiettori dovevano essere miscelati nello stesso punto e su una superficie curva", ha spiegato Diego De Anna, prima di aggiungere "abbiamo fatto sia la miscelazione che la deformazione esternamente dal nostro server Delta, ma solo per la correzione polare e l'auto-allineamento, perché siamo stati in grado di fare pieno affidamento sugli strumenti integrati dei proiettori che sono assolutamente meravigliosi".

La superficie di proiezione era di 800 metri quadrati e la risoluzione di 2700 x 2700 pixel, vicina ai 3K. I contenuti proiettati hanno incluso sequenze CGI, immagini scattate a 360°, video convenzionali in 4K e materiale d'archivio di Iberia Express. Nel corso dei tre giorni si sono svolte due sessioni per ora.

Per quanto riguarda le prestazioni dei proiettori Christie, Diego De Anna è rimasto molto soddisfatto: "se potessi assegnare un voto da 1 a 10, mi piacerebbe dare loro 11. E' stata una prova ulteriore, se necessaria, che avevamo fatto la scelta giusta nel lavorare con un marchio come Christie. La qualità dei suoi prodotti è incredibile. In passato abbiamo lavorato con altre marche, ma, come ho appena detto, sono il passato; non c'è dubbio che Christie sia il presente e il futuro nelle soluzioni visive".

Nel frattempo, Paloma Utrera, di Iberia Express, ha concluso: "l'eccellenza della proiezione a 360° e il grado di immersione sono stati veramente fantastici. Credo che la qualità dei proiettori sia stata uno dei fattori cruciali per garantire il successo della manifestazione. Tutti sono rimasti piacevolmente sorpresi per lo spazio e l'evento stesso, e posso tranquillamente dire che noi di Iberia Express siamo rimasti più che soddisfatti del risultato. L'evento è stato spettacolare ed è andato via liscio più di quanto avremmo mai potuto sperare".

Prodotti Correlati

Need  help? Contact us.