Christie Digital Christie Digital

Yin e Yang nel tempo e nello spazio

Il partner di Christie, zweiB, ha posto la sua fiducia in 6 unità Boxer 4K30 e i Box Quad Server Pandora

zweiB GmbH

Germany

Rental & staging, Hospitality

Christie Boxer 4K30, Pandoras Box Quad Server

Yin e Yang nel tempo e nello spazio

Yin e Yang - due forze opposte ma interconnesse, nessuna delle quali può esistere senza l'altra. Nella filosofia taoista cinese, la loro natura intrecciata è vista come un tutt'uno, un ciclo eterno.

Nell'ambito dell'iniziativa Settimane dell'Asia-Pacifico, l'artista coreano Chan Sook Choi, residente a Berlino, ha esposto la sua prospettiva unica su questo principio con la sua opera, "Yin Yang Su Wha" (Yin e Yang, Acqua e Fuoco). Choi, la cui opera spazia tra performance e installazione, video e fotografia, ha utilizzato l'antico insegnamento universale cinese dello Yijing per esplorare il flusso nascosto di energia presso il Palazzo di Berlino. I risultati - una rappresentazione dell'energia di Yin e Yang e dei cinque elementi (acqua, legno, fuoco, metallo e terra) - sono stati proiettati sulla facciata orientale dello stesso palazzo.

Lo storico Palazzo di Berlino (Berliner Schloss o Stadtschloss) un tempo dominava lo skyline del centro storico di Berlino. Durante la seconda guerra mondiale, il palazzo fu quasi completamente raso al suolo e nel 1950 il governo della Germania Est decise di abbatterne i resti per costruire un nuovo spazio di raccolta - Piazza Marx-Engels - per manifestazioni su larga scala. Tale distruzione del patrimonio culturale ricevette numerose critiche internazionali all'epoca. Il 12 giugno 2013, la pietra angolare di un nuovo palazzo venne posata sul sito originale. I piani per la ricostruzione includono la ricostruzione di facciate barocche e sezioni originali del palazzo della città. Il complesso immobiliare ospita anche il Forum Humboldt, che aprirà i battenti il 14 settembre 2019.

Con la sua spettacolare mappatura di proiezione sulla facciata est del Humboldt Forum, Choi ha invitato visitatori e passanti a riflettere sulla loro relazione con un luogo specifico e la sua storia, con la straordinaria atmosfera fornita da una lente attraverso la quale poter vedere la costruzione e la trasformazione del palazzo, da una prospettiva asiatica. Utilizzando il movimento elettromagnetico di 129.600 fotoni, l'artista ha convertito l'energia rilasciata nel sito in un algoritmo digitale, che è stato poi proiettato sulla facciata del palazzo. Per la proiezione sono stati utilizzati un totale di sei unità Christie® Boxer 4K30.

Sono stati utilizzati due Box Quad Server Pandora per riprodurre questo complesso contenuto: un flusso di simboli in continua evoluzione che si sposta verticalmente, orizzontalmente e in cerchi sull'intera larghezza di 120 m della facciata per creare uno schermo da 3.000 m² di punti, linee, griglie, reti, nuvole e sciami.

"I simboli rappresentano il processo del divenire, della trasformazione e dello svanire", spiega il curatore Keumhwa Kim di Keum Art Projects, di Berlino, che è stato responsabile della progettazione e della realizzazione del progetto. L'opera è stata progettata per riprodurre il modo in cui i suoi spettatori hanno sperimentato lo spazio e il tempo, creando situazioni atmosferiche in cui i corpi sono stati coreografati in arrangiamenti mutevoli e sperimentali. "Abbiamo scelto la facciata est perché è la prima parte dell'edificio a essere irradiata al sorgere del sole", ha spiegato l'artista Chan Sook Choi.

È stato subito chiaro quale tecnologia fosse necessaria per il progetto, ricorda Christian Struntz di zweiB GmbH, partner di Christie, e il fornitore di servizi tecnici che ha assistito ogni fase del progetto: "abbiamo scelto Christie Boxer 4K30 perché è il proiettore più potente della sua categoria. Grazie alla sua risoluzione 4K nativa, siamo stati in grado di ottenere una struttura di pixel incredibilmente sottile, fondamentale per la rappresentazione degli elementi sottili della proiezione, nonostante le sfide dello spazio e della larghezza della proiezione".

La sua flessibilità nella mappatura e le sue capacità di regolazione rapida hanno reso il Box Quad Server Pandora la prima scelta nelle soluzioni di riproduzione: "abbiamo avuto solo una notte per prepararci e non molto margine di adattamento una volta che tutto era stato impostato", afferma Struntz.

Le unità sono state installate in contenitori da viaggio e rack mobili, per un utilizzo mobile e temporaneo, al fine di evitare che si danneggiassero durante il trasporto. Questo ha anche ridotto il carico di lavoro per l'installazione in loco, poiché ha consentito una migliore preparazione tecnica in anticipo (cablaggio). Oltre alle possibilità di regolazione, i sei contenitori da viaggio dei Boxer disponevano di tecnologia di alimentazione, infrastruttura, controllo e di rete, vari PC e un circuito di backup con ridondanza del 100%. Grazie alla loro pluriennale esperienza con una varietà di eventi live, zweiB GmbH conosce bene l'importanza di una preparazione completa, quando si tratta di reagire in modo rapido ed efficace ai problemi imprevisti.

Tra l'altro, l'implementazione tecnica del concept non era l'unica sfida, come spiega Struntz: "oltre a tutti i requisiti tecnici e i parametri, ovviamente, con questo tipo di progetto devi anche disporre delle autorizzazioni di pianificazione corrette e comunicare con le autorità e la comunità locale per la loro approvazione. In questo caso, abbiamo dovuto tenere conto delle esigenze e dei desideri di due grandi cantieri: uno al Forum Humboldt, uno presso lo svincolo dell'U-Bahn [metropolitana]".

Uno dei principali motivi di controversia è stata la posizione delle torri di proiezione. zweiB GmbH ha dovuto rivedere completamente i suoi piani per le torri più di una volta, poiché si è dimostrato impossibile conciliare la posizione originaria con le esigenze del cantiere. Diversi i quesiti emersi negli sforzi per risolvere questo problema: la riproduzione si sarebbe potuta proiettare sulle persiane dell'edificio? In che modo un determinato angolo di proiezione avrebbe influito sul modo in cui le ombre cadono sulle finestre? La posizione dei proiettori sarebbe stata possibile sin dall'inizio?

Ma riunendo e negoziando attentamente, i vari team e l'artista sono stati in grado di trovare un set adatto che funzionasse perfettamente. "Quando si tratta di progetti come questo è utile avere molta esperienza", afferma Struntz. Anche gli organizzatori sono rimasti contenti del risultato: "è sempre una sfida rendere felici tutti quando ci sono così tante parti coinvolte. Fino alla fine, non sai mai se tutto andrà come immaginato, ma è andata così", commenta Ulrike Riebel. L'assistente del progetto ha riferito che l'esperienza di collaborazione con tutti i soggetti coinvolti nel progetto è stata estremamente positiva e ha espresso la speranza che questo possa portare ad ulteriori opportunità in futuro.

Il programma è consistito in un evento congiunto organizzato dall'Asia-Pacific Forum presso il Dipartimento del Senato di Berlino per l'economia, l'energia e le imprese pubbliche e l'Ambasciata della Repubblica di Corea, in collaborazione con il Centro Culturale Asiatico di Gwangju, nella Repubblica di Corea, ed è rimasto aperto fino al 18 Maggio 2017. Per accompagnare il progetto è stato inoltre pubblicato un libro intitolato "YIN YANG SU WHA, CHAN SOOK CHOI" (ISBN: 978-3-00-057630-0).

Prodotti Correlati

Need  help? Contact us.